Apple ha registrato un brevetto per regolare la luminosità dei display Oled, Organic Light Emitting Diode, ovvero sono provvisti di diodi organici che emettono luce propria e non richiedono componenti aggiuntivi per essere illuminati. Il che rende i display molto più sottili, possono essere piegati ed arrotolati, ma importantissimo, richiedono minori quantità di energia per funzionare.

La natura monopolare degli strati che compongono i display OLED consente la conduzione di corrente solo in una direzione e funzionano come un diodo.

I display LCD, a cristalli liquidi, invece, vengono illuminati da una fonte di luce esterna con notevole dispendio di energia.
La differenza tra i due si sintetizza in una migliore qualità delle immagini e in un buon risparmio energetico con una durata della batteria più lunga. Esiste tuttavia una difficoltà l’altro lato della medaglia è senza dubbio una notevole difficoltà nel regolare la luminosità del display. La potenza che viene fornita ad ogni pixel dello schermo OLED non e direttamente proporzionale alla luce emessa. Per sopperire a questo inconveniente Apple propone di trasformare i dati di un’immagine in un dominio logaritmico che trasformerebbe l’immagine in una più scura e solo allora i pixel potrebbero prendere le informazioni dall’immagine trasformata e convertirli in emissione di luce che controlla la luminosità.